…la pittrice si fa pellegrina, avvicina questi monumenti con cuore umile e casto, li scompone nella loro aggregazione fisica per ricomporli in termini ideali, come apparizioni impalpabili che galleggiano nella mente, come ‘perlustrazioni dell’anima’. In tal modo l’immagine si astrae dalla sua condizione sensoriale per rigenerarsi in un tempo mitico… il registro della tastiera cromatica assuma cadenze ‘metafisiche’… Con un pennello magico, che sembra intinto nella polvere di perle, di smeraldi, di opali, di lapislazzuli… licenzia brani pittorici che sono autentici accordi musicali, ora sonori ora impalpabili, ora trionfali ora rarefatti… Nella mappa degli artisti operanti in regione Luciana Pugliese – che è anche scrittrice sensibile, elegante poetessa e linguista appassionata – occupa un posto privilegiato…

Sulla sua pittura di paesaggi, fiori, nature morte
Dopo le dissacrazioni, gli atteggiamenti provocatori e lo smarrimento esistenziale di tanta pittura o pseudo pittura contemporanea, Luciana Pugliese vuole stabilire un nuovo rapporto con la natura, rilanciare l’impianto figurativo: una natura e un impianto rivissuti dall’interno, sentiti come fatto emozionale…